giovedì 31 dicembre 2015

Slice of a year

Questo giovedì, al posto della consueta rubrica Slice of life ho deciso di fare una puntata speciale: Slice of a year.
Infatti voglio riassumere questo 2015 pirtandomi nel 2016 tutte le belle esperienze dell'anno che a breve finirà e cercare di dimenticare quelle negative.
Il 2015 ha permesso che alcuni miei desideri si realizzassero, come l'aver passato l'esame di inglese  FCE, l'essere riuscita a mantenere la mia buona media a scuola e l'aver preso la patente per la macchina. Quest'ultima si è rivelata l'avvenimento più stupefacente del 2015.
Infatti ho deciso di prendere la patente non perché non vedessi l'ora di guidare, ma per poter andare a prendere il treno che mi porta a scuola senza scomodare i miei. Mi ha stupito: non pensavo che mi sarei divertita così tanto e pensare che ci ho messo anche un po' a imparare, non è stato così immediato come per altre cose che mi sono trovata a fare. Però ora ogni volta che prendo la macchina sono euforica perché guidare mi piace tantissimo.
Inoltre un altro desiderio che si è realizzato è quello di non perdere un minuto della mia estate per fare una cosa bella. Infatti era la mia ultima estate dove avrei potuto godermi due mesi di vacanze, dato che dal 2016 tra maturità e esami dell'università non sarà più possibile.
Invece un'esperienza inaspettata che il 2015 mi ha portati è stata una nuova amicizia, che ho a lungo desiderato e che disperavo ormai di stringere.
Ciò che voglio dimenticare del 2015 riguarda la salute, sia mia sia di mia madre. Niente di grave, ma i virus sono rognosi perché impiegano un po' di tempo a guarire.
Dunque voglio dimenticarmi del virus che mi sono presa a fine maggio e che mi ha creato diversi svenimenti ai quali non ero abituata (nemmeno a riconoscere i segnali premonitori) perché non ero mai svenuta.
Voglio anche dimenticarmi del virus che è venuto a mia madre due giorni prima di partire per le vacanze di Natale e che l'ha costretta a non partire con il resto della famiglia per Londra. Fortunatamente poi si è sentita meglio ed è riuscita a raggiungerci, anche se convalescente, per passare il Natale con la famiglia.
Desidero che il 2016 mi porti un po' costanza e non solo per quanti riguarda la blogsfera, anche se, per quanto non possa sembrare, sono già parecchio costante e non posso esaurirmi.
Un'altra cosa che desidero e che non riguarda la blogsfera é non esaurirmi troppo per l'esame di maturità. Non che io abbia paura di non farcela, ma già l'anno scorso lo stress mi ha giocato un brutto tiro e io non mi ero nemmeno accorta di essere così stressata.
Spero anche di riuscire a iscrivermi all'università che desidero e scoprire do aver fatto la scelta giusta, dato che ho qualche timore.
Auguro a tutti voi, Gufetti, che il 2016 vi permetta di realizzare i vostri desideri.
Quindi buon 2016 a tutti!!!

mercoledì 30 dicembre 2015

WWW Wednesday #57


Per partecipare basta rispondere a queste domande: 
-Cosa sto leggendo?
-Cosa ho appena finito di leggere?
-Cosa leggerò?


Cosa sto leggendo?
La pensione Eva di Camilleri. Ho scelto questo libro perchè volevo legger un libro di quest'autore che non fosse di Montalbano. Probabilmente vi sarete accorti che in questo periodo sto leggendo libri di Camilleri che rispecchiano le parole che ho scritto poco fa, infatti non mi voglio limitare a leggerne solo uno, ma diversi, per farmi un'idea complessiva migliore. E poi amo lo stile di Camilleri ;)

Cosa ho appena finito di leggere?
Ragazzi di vita di Pasolini. E' il primo libro che leggo di questo scrittore, il quale mi incuriosiva e devo dire che non mi ha deluso.

Cosa leggerò?
Per le vacanze di Natale devo leggere La metamorfosi di Kafka e la cosa non mi dispiace perchè mio padre mi ha sempre parlato bene di questo libro.

martedì 29 dicembre 2015

Teaser Tuesday #47


Per partecipare basta seguire queste regole:
-Aprite su una pagina a caso il libro che state leggendo
-Trascrivete un pezzo di quella pagina

Ai pedi del letto c'era un tavolino con supra uno specchio. La signora Bianca sinni stava assittata supra a uno sgabello davanti al tavolino che era cummigliato da bottiglie di profumi, pettini, creme, spazzole, vasetti, pennellini. Aveva un asciucamano supra le spalle tenuto chiuso all'altezza del petto da una spingola di nurrizza e un altro che le copriva la panza e le ginocchia. E basta.
-Andrea Camilleri_La pensione Eva (p. 49)

lunedì 28 dicembre 2015

In my mailbox #2

Buon pomeriggio, gufetti adorati! Appena ritornata dalle vacanze non potevo fare a meno di andare al mercatino di libri di Natale per riempire un po' la mia libreria, dal momento che per Natale non ho ricevuto nessun libro >< Per il favoloso prezzo di 5 euro sono riuscita a portare a casa 5 libri!

La mia scelta è ricaduta su autori importanti e famosi, dei quali non avevo letto nulla, e pertanto ho preso:
-Il vecchio e il mare di Ernest Hemingway. Ho scelto questo libro perché sono rimasta colpita dalla Ballata del vecchio marinaio di Coleridge e il titolo di questo libro me la ricordava.
-La boutique del misero di Dino Buzzati. Nonostante questo libro non sia piaciuto a diverse persone che conosco, l'ho scelto perché sono una serie di racconti che posso leggere separatamente in vari momenti dell'anno.
- Lettera al padre di Kafka. L'ho scelto perché già avrei dovuto leggere La metamorfosi e mi interessa confrontare più opere di un autore per avere un'idea più chiara su di lui.
- Io robot di Isaac Asimov. Ho scelto proprio questo libro di Asimov perché ho letto un estratto sul mio libro di fisica e mi incuriosiva.

Infine ho scelto un libro in inglese solamente perché mi ispirava la trama. Infatti The page turner parla di un uomo che passa la vita a voltare le pagine degli spartiti di un pianista che adora, fino a quando non gli viene voglia di realizzare il suo desiderio profondo.

Voi avete ricevuto libri per Natale?


sabato 26 dicembre 2015

Natale e giveaway

Buona sera a tutti i gufetti!
Spero che abbiate passato il Natale serenamente :D Io sì, a parte il cibo inglese che ho comprato che era parecchio discutibile, ma non importa, almeno non ho paura di essere ingrassata per il pranzo di Natale xD
Alla fine oggi ho dovuto attivare la promozione di Vodafone all'estero, quindi ho anche qualche MB per scrivere un post semplice col cellulare.
Ne approfitto per pubblicizzare il giveaway natalizio del Never Say Book e per condividere con voi le risposte che le ho dato, dal momento che mi sono piaciute le domande.
Francy chiedeva di elencare un film, una canzone, un libro e una frase che mi ricordassero il Natale e spiegarne il motivo.
-Il film è il remake del Miracolo sulla 34esima strada, mi commuove sempre e il tentativo di Susan di convincere il giudice che Kris sia davvero Babbo Natale mi cattura.
-La canzone, per quanto ce ne siano   diverse che mi piacciono, é Un altro bianco Natale: la so a memoria e mi apprezzo ogni parola, ma in particolare il punto in cui dice 'il freddo dell'intolleranza e il gelo di chi vuol soffocare la speranza'.
-Il libro è Piccole donne  di Louisa May Alcott perché l'atmosfera che c'è nella famiglia March è quella che, secondo me, deve esistere in una famiglia a Natale.
-La frase è di Jane Austen e mi è venuta in mente questo Natale, quando ho capito che il vero Natale  è condividere l'attesa di esso con chi ami. Infatti la Austen dice: "C'è un'appassionata attesa della felicità che è la felicità stessa".

Partecipate tutti al giveaway e fatevi un regalo libresco!

Image and video hosting by TinyPic

mercoledì 23 dicembre 2015

Buone feste!!

Buongiorno gufetti del Bosco Libroso!!
Vi scrivo così presto perché sono in partenza per Londra e non non avrò il computer.
Mi spiace essere stata poco presente, ma la scuola mi ha preso molto e mi ha anche stancato molto.
Ho fatto la grafica invernale, ma non sono riuscita a metterla, penso che la vedrete quando tornerò  (il 27), intanto Buon Natale!!!

domenica 20 dicembre 2015

Blogger League- E' il mio turno!

Finalmente è giunto il mio turno!
Forse voi vi aspettavate questa rubrica di sabato, ma poichè posso pubblicarla durante tutto il weekend, la pubblico ora :)

Oltre ad essere una blogger chi sei nella vita di tutti i giorni?
Sono una figlia, una sorella, una studentessa all'ultimo anno del liceo classico (vi prego, comprendete le mie frequenti assenze dal blog ><), una lettrice vorace, una ragazza curiosa, che adora creare oggetti con le proprie mani.
 Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?
Quando avevo 12 anni avevo aperto una sorta di blog sulla piattaforma fan-club, l'avevo chiamato fantasya ed era anch'esso dedicato ai libri. Purtroppo però la piattaforma è stata chiusa perchè veniva utilizzata impropriamente e io, che ero alla ricerca di una nuova piattaforma, ho scelto blogger perchè già seguivo il blog di Rowan, che aveva lo stesso tema.
Quando avevo dato vita al fantasya fan-club volevo condividere con altri lettori incalliti come me la mia passione e, poichè frequentavo tanti fan club, ognuno dedicato a una saga diversa, ne desideravo uno che le unisse tutte. Dunque da sempre l'argomento del quale ho voluto parlare sono stati i libri. Quando sono passata a Blogger ho aggiunto anche varie rubriche: alcune sono quelle classiche, che sono un po' in tutti i blog, ma che sono carine, altre, come Il segreto delle parole, per parlare di un'altra mia passione, che in fondo è sempre connessa al mondo letterario, cioè le etimologie.
(Mamma mia, che sproloquio!)

Perché le persone dovrebbero diventare tuoi lettori fissi?
Domanda critica: possono essere molti i motivi per i quali un visitatore sceglie di iscriversi a un blog, ma spero che, per quanto riguarda il mio blog, sia perchè trovi che abbiamo qualcosa in comune, che lo spinga a tornare per vedere se si trova d'accordo con me su altri argomenti, libri etc
(Non so se mi sono spiegata bene... che dramma, soprattutto per una che ama le parole XD)
Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
Non so se questa domanda si riferisca al blog o alla mia vita in generale, quindi risponderò a entrambe.
Per quanti riguarda il blog, vorrei avere più tempo per gestirlo e vorrei migliorarlo, magari imparando a fare grafiche migliori (soprattutto se le disegno io) o utilizzando i codici di formattazione, che avevo imparato ad utilizzare quando avevo il fan-club (su blogger non saprei proprio dove inserirli e, essendo tutto già formattato, ho paura di fare pasticci).
Per quanto riguarda la mia vita, vorrei riuscire a dare un buon esame di maturità e a diventare ingegnere, dato che ho scoperto quanto possa essere affascinante la matematica. MDopo l'università mi piacerebbe occuparmi dell'aspetto gestionale di una casa editrice, così sarei immersa anche col lavoro nel mondo dei libri! Essendo una persona che si appassiona facilmente, ho avuto difficoltà a scegliere cosa fare dopo il liceo, quindi spero che il futuro mi dimostri che ho fatto la scelta giusta e che permetta al mio sogno di realizzarsi. 

Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League?
Dato che siamo sotto Natale, auguro a tutti di trascorrere queste feste serenamente :D
Più in generale, vorrei augurare a tutti che i loro sogni si realizzino, perchè credo che la volontà di ognuno di noi debba sempre venire ricompensata prima o poi. Un insuccesso in un momento non nega un futuro successo, ma magari è semplicemente necessario ad esso (oddio, mi sento molto hegeliana.... e pensare che in parte odio Hegel proprio per questa sua concezione, dal momento che l'estremizza troppo).

Ecco il mio banner, alla prossima! 

mercoledì 11 novembre 2015

WWW Wednesday #56


Per partecipare basta rispondere a queste domande: 
-Cosa sto leggendo?
-Cosa ho appena finito di leggere?
-Cosa leggerò?


Buon pomeriggio a tutti i gufetti!
Oggi è una bella giornata di sole e, nonostante la stanchezza, sono felice.
Che cosa sto leggendo?
Sto leggendo Maruzza Musumeci di Camilleri e sembra un libro strano, ma interessante.



Cosa ho appena finito di leggere?
L'uomo della sabbia di Hoffman



Cosa leggerò?
Probabilmente un libro che è per scuola, ma anche per mio diletto, ovvero il Sosia di Dostoevskij.


Recensione: Il corso delle cose

Titolo: Il corso delle cose
Autore: Andrea Camilleri
Casa Editrice: Lalli
Anno di pubblicazione: 1978   
Lingua originale: italiano (o meglio: pseudo-dialetto siciliano) 
Riconoscimenti: //                      
Data di lettura: 20 ottobre 2015        
Trama:
Il commissario Corbo indaga su un cadavere trovato in campagna, ma nello stesso tempo qualcuno spara a Vito Macaluso, un uomo che non aveva mai dato fastidio a nessuno.
In Sicilia si muore sempre di corna, si dice. Sarà anche questa volta vero?
Recensione:    
Io amo lo stile Camilleri, ma di lui conoscevo solo le avventure di Montalbano, che ho letto tutte e quindi ho parecchio materiale per considerarlo uno dei miei autori preferiti, ma volevo vederlo fuori da Montalbano, così ho deciso di leggere Il corso delle cose , che avevo a casa.
La trama mi ha catturato a tal punto che l'ho finito in tre giorni, nonostante avessi poco tempo per leggere.
Infatti più procedevo nella lettura più si dimostrava che era impossibile che qualcuno avesse potuto sparare a Vito.
L'unico elemento che non mi ha tanto convinto é l'arrivo del capo della Finanza, il quale rivela al commissario Corbo indizi utili per l'indagine. Infatti mi è sembrato una sorta di deus ex machina un po' forzato o l'arrivo di un messaggero che risolve la situazione.
Invece ho apprezzato molto tutti i quadretti di vita paesana e i dialoghi, che calzano perfettamente ai personaggi e ai luoghi narrati, rendendo la lettura davvero piacevole.
In conclusione, questo libro non ha smentito la mia stima per Camilleri, infatti ho ritrovato che lo stile di descrizione dei paesaggi e  dei dialoghi era presente fin dalla suo primo romanzo.
Voto: ☆☆☆☆☆

domenica 8 novembre 2015

Booktrack #18

Booktrack è una rubrica a cadenza mensile, ideata dai blog Dreaming Wonderland e Libri per vivere.
 Un blog al mese sceglie una canzone che ama, illustrandone testo o traduzione (quando serve) ed entrambi devono identificare un libro con la determinata canzone spiegandone i motivi.

Buona sera, Gufetti del Bosco Libroso!
Finalmente riesco a pubblicare la rubrica del 8 del mese, che gestisco con la cara Ika.

La canzone è stata scelta da me, si tratta di Amore che vieni, amore che vai di Fabrizio De Andrè, uno dei miei cantanti preferiti.


Questa canzone a Ika ricorda...



Inizialmente avevo pensato a un altro libro, ma poi, scavando nella mia memoria mi è tornato alla mente questo, ovvero Le pagine della nostra vita di Nicholas Sparks. Perchè ho fatto questa scelta? Perchè, come nella canzone, anche nel libro si fa riferimento a un amore, tra Noah e Allie, due giovani. I due si separano pur non avendo mai dimenticato l'altro. Avranno altre storie, anche importanti, ma alla fine torneranno ad amarsi, e questa volta totalmente, perchè in realtà non hanno mai smesso di farlo. Leggere il testo della canzone mi ha dato proprio quest'idea, e penso che, almeno per quello che riguarda me, sia adattissima a descrivere il libro nella sua interezza.

Questa canzone a me ricorda...



Amore che vieni, amore che vai mi ha ricordato la storia d’amore tra Elizabeth e Mr. Darcy di Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen, che è una delle mie scrittrici preferite (guarda che caso: ho abbinato scrittore  preferito con scrittrice preferita).
Tra i due ci sono molti tira e molla: prima Lizzy lo odia poiché pensa che sia borioso, poi si scopre innamorata, ma l’orgoglio di entrambi sembra rivelarsi un ostacolo. Tuttavia tra baci fugaci e dichiarazioni ufficiali la loro storia d’amore avrà un lieto fine.

Ecco il testo con le parti sottolineate che mi hanno fatto pensare al libro:

Quei giorni perduti a rincorrere il vento 
a chiederci un bacio e volerne altri cento 
un giorno qualunque li ricorderai 
amore che fuggi da me tornerai 
un giorno qualunque li ricorderai 
amore che fuggi da me tornerai 

e tu che con gli occhi di un altro colore 
mi dici le stesse parole d'amore 
fra un mese fra un anno scordate le avrai 
amore che vieni da me fuggirai 
fra un mese fra un anno scordate le avrai 
amore che vieni da me fuggirai 

venuto dal sole o da spiagge gelate 
perduto in novembre o col vento d'estate 
io t'ho amato sempre, non t'ho amato mai 
amore che vieni, amore che vai 
io t'ho amato sempre, non t'ho amato mai 

amore che vieni, amore che vai. 
Vi piacciono i nostri abbinamenti? Voi quale libro avreste abbinato?
Io non sono convintissima della mia scelta, ma la cosa curiosa è che sia io sia Ika (vedete il suo post QUI) abbiamo sottolineato praticamente tutto il testo (forse perchè è piuttosto corto...).

A domani!

In my mailbox #1

Buongiorno a tutti voi, Gufetti!!
Sono felice perché è una bella giornata, peccato che debba passarla a studiare >< Prima però voglio dedicarmi un po' a voi ^-^
Come potete capire dal titolo, ho deciso di pubblicare anche io la rubrica In my mailbox anche se la pubblicherò solo quando avrò qualcosa da mostrarvi, infatti il più delle volte i libri che leggo l prendo in biblioteca. Per questo mi sembra incredibile che in questa settimana siano entrati in casa mia ben 6 libri!
Iniziamo da Cinquanta sfumature di grigio che ho vinto al giveaway di Rowan (dal libro potete vedere che sporgono i fogli con i suoi appunti per la recensione). Non so quando lo leggerò, ma penso tra molto tempo perché voglio dedicarmi a letture utili per la maturità.
Il mondo di Sofia e Guida galattica per autostoppisti li ho comprati ieri. Sono entrambi libri che ho già letto e siccome mi sono piaciuti un sacco volevo averli anche nella mia libreria.
Infine Figli di un dio minore, Ivanhoe e Il significato della musica li ho comprati in biblioteca allo straordinario prezzo di 1€ perché sono usati. In realtà ero principalmente interessata a Ivanhoe, che avevo letto in passato e che mi era piaciuto molto, ma poiché dovevo prendere per forza altri due libri mi sono buttata su un saggio di musica, perché mi piace un sacco e io stessa suono degli strumenti musicali, e su Figli di un dio minore perché era breve e la trama mi aveva catturata.
Buona domenica a tutti!

sabato 31 ottobre 2015

This is Halloween

Bonne soir, gufetti del Bosco Libroso ^^
Innanzitutto Buon Halloween!!
Lo state festeggiando? Come?
Io sono partita per Verona, quindi non lo sto festeggiando, anche se mi sono vestita di nero (neanche a farlo apposta) così sembro una strega e mi mescolo meglio all'atmosfera ;)

L'unica cosa che posso fare dall'applicazione di Blogger é linkarvi l'etimologia della parola strega che avevo pubblicato in primavera, dal momento che la trovo molto carina e perfettamente adatta al giorno ^^
http://libri-per-vivere.blogspot.it/2014/04/il-segreto-delle-parole-strega.html

In questi giorni il mio blog ha compiuto due anni e appena torno a casa faccio qualcosa. Non penso di riuscire a fare un giveaway perché sono troppo incasinata con la scuola per gestirlo, ma potrei fare un video.

martedì 27 ottobre 2015

Teaser Tuesday #46


Per partecipare basta seguire queste regole:
-Aprite su una pagina a caso il libro che state leggendo
-Trascrivete un pezzo di quella pagina


Buon pomeriggio gufetti!
Forse vi sarete chiesti che fine io abbia fatto e, anche se così non fosse, vi dico perché sono sparita. Ho dedicato ogni momento libero a guidare perché ho avuto l'esame della patente, che fortunatamente ho passato, quindi posso tornare ad occuparmi del blog nel tempo libero.
Ecco il teaser di questo martedì:
Infilò la mano nella tasca dove aveva riposto l'orologio e le sue dita sfiorano il bracciale dalle maglie fini, il vetro del liscio quadrante. Qui gioiello lasciato così in vista al centro del sedile forse non era stato smarrito, ma messo lì a bella posta perché egli lo trovasse; forse era un pegno, un segnale, racchiudeva un messaggio da decifrare.
-La spettatrice_Paola Capriolo

sabato 3 ottobre 2015

Blogger League #11- Hook a book

                                              
Buon pomeriggio a tutti i gufetti del blog!
Eccomi, come previsto, con quella bell'iniziativa che è la Blogger League. La protagonista di oggi è Silbi Grace del blog Hook a book.



Oltre ad essere una blogger, chi sei nella vita di tutti i giorni?
Sono una ragazza di 20 anni dalla vitalità pari a quella di un orsetto. Non amo molto uscire di casa e non amo le grandi folle. Ho pochi amici, ma molto buoni e, in ogni caso, amo essere fedele a me stessa e non omologarmi troppo.
Chiudendo i discorsi seri, amo gli animali, e ho un gattone gigante di nome Leo che è il mio fratellino peloso. Suonavo il pianoforte, ho smesso con le lezioni ma ogni tanto mi rimetto alla tastiera, complici gli spartiti di Taylor Swift e Lana del Rey (e gli ABBA. Come potevo dimenticarmi degli ABBA!).
Al tempo stesso a piccoli passi cerco disperatamente di imparare a cucinare, con risultati non troppo straordinari. Frequento l’università e studio ingegneria aerospaziale (e se ve lo state chiedendo, no, non voglio diventare come la Cristoforetti).
Ps: dimenticavo. Sono ancora logorroica!

Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? 
Non sapevo come si aprisse un blog. Credevo fosse per gente famosa o giù di lì. Rimasi sorpresa quando scoprii il mondo dei book blog… e me ne innamorai. Più leggevo recensioni e più sentivo la necessità di dire la mia. Insomma, non potevo permettere che la blogger xxx sconsigliasse di fronte a tutto il mondo del web il mio romanzo preferito! E così, in punta di piedi, aprii questo blog. All'inizio, come tutti, ho avuto parecchie difficoltà (il mio primo post fu ignorato completamente e ci rimasi malissimo, ma è stata tutta colpa mia, che non sapevo farmi pubblicità); inoltre, non chiedendo aiuto a nessuno (e ancora oggi... ehm... mi vergogno a farlo) ho dovuto imparare da sola. ma alla fine, grazie anche alle iniziative degli altri blog, sono riuscita a ingranare la marcia... grazie allora a tutta la blogsfera!

Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti? 
In generale si parla di… LIBRI, LIBRI E ANCORA LIBRI! Non seguo molte serie tv, e credo di essere l’unica persona (o una delle poche) sotto i 25 anni che segue più fiction italiane che telefilm americani (mi sento vecchia dentro con questa affermazione) dunque non mi sento di recensire serie tv mentre i film… non sono esattamente la mia passione.
Amo le recensioni, anche se ogni tanto mi piacerebbe pubblicare qualche post da fangirl. Ah, adoro anche i tag, e qualche volta mi diverto a inventarne (quello che ha avuto più successo è il “Pizza tag”).

Perché le persone dovrebbero diventare lettori fissi del tuo blog?
Il motivo ufficiale è per seguire un blog di una lettrice onnivora, che pubblica recensioni abbastanza dettagliate di generi vari, alternandoli a tag e altre rubriche, con uno spazio dedicato alle segnalazioni di autori emergenti.
Il motivo più semplice è perché in fondo non vi costa nulla premere il pulsantino “unisciti ai lettori fissi”… chissà che questo blog non riesca a sorprendervi! (o farvi scoprire il libro della vita...cosa che spero tanto!)

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
Nella vita o nel blog?
Nella vita ho la lista: dai più classici quali trovare il lavoro dei sogni (progettare aerei o lavorare alla Nasa o all’Esa) e uno straccio di fidanzato, a quelli più strani come prendere la seconda laurea in Beni Culturali (sono un’appassionata di antichità e soprattutto di Egittologia) e visitare New York e Angkor Wat in Cambogia.
Per il blog, tenerlo attivo il più possibile, superare le 100 recensioni pubblicate e attirare nuovi lettori, ma soprattutto mantenere la stessa soddisfazione che oggi ci metto a leggere i romanzi e a pubblicare le recensioni.

Volete fare un augurio speciale agli altri membri della League?
Ovviamente di mettere la vostra passione in ciò che fate! E di non tirarvi indietro se all’inizio le cose vanno male: mettetevi in gioco e non esitate a prendervi una pausa se ne sentite il bisogno. Per il resto, un grosso in bocca al lupo a tutti!

Alla prossima settimana!


Wish List- Faust


Buon pomeriggio, cari Gufetti!
Questi giorni d'autunno mi fanno proprio venire voglia di leggere e quindi riesco a sfoltire un po' la mia WL, anche se ovviamente molti libri si aggiungono quasi ogni giorno.
Ieri, studiando Goethe, ho scoperto il suo Faust e ho deciso che devo assolutamente leggerlo! Già mi aveva incuriosito il Faustus di Chrstopher Marlowe e credo che quello di Goethe mi piacerà di più perchè il finale è diverso.


Trama:
Faust, pur avendo studiato tutti i campi dello scibile umano, non si stente appagato dalla sua conoscenza, per questo stringe un patto con Mefistofele: gli darà la sua anima se il demonio riuscirà a fargli trovare un appagamento nella vita terrena. Mefistofele cerca di soddisfare Faust con i piaceri terreni e lo stesso Faust nel tentativo di affermare sè commette delle azioni malvagie, ma alla fine sarà salvato per la meta alla quale, alla fine della sua vita, rivolge le sue ultime energie.

venerdì 2 ottobre 2015

Blogger League #10- Piccole macchie d'inchiostro

                                              
Buona sera a tutti i gufetti!
Questa rubrica è in ritardo perchè l'intervista non era stata pubblicata, ma poichè seguo questa blogger, ho visto che alla fine era riuscita a pubblicarla, anche se in ritardo , e così eccomi, più in ritardo di lei, a pubblicare la mia decima intervista per la Blogger League La protagonista di oggi è Viviana del blog Piccole macchie d'inchiostro


Image and video hosting by TinyPic


Oltre ad essere una blogger chi sei nella vita di tutti i giorni?
Attualmente sono una futura sposa ^.^
Ecco perché non mi vedete così spesso sul blog, sto cercando di organizzare il matrimonio a luglio del prossimo anno, ristrutturo casa e ovviamente lavoro come segretaria in uno studio legale.
Insomma al momento non mi faccio mancare nulla.

Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?
Piccole macchie d'inchiostro è stato aperto a febbraio/marzo dello scorso anno. Era diverso tempo che mi balenava in testa quest'idea ma l'ho sempre abbandonata. Finché un giorno, così dal nulla, dissi "E' arrivato il momento di condividere con gli altri la tua passione!" ed eccomi qui.

Perché le persone dovrebbero diventare i tuoi lettori fissi?
Oddio che domandona... mmm fammi pensare... beh semplicemente perché è divertente interagire e parlare tra di noi, per confrontarci! Io almeno la vedo così, è questo il motivo che mi spinge a iscrivermi ai blog che più mi piacciono.

Quali sono i tuoi sogni del cassetto?
Non ho sogni da realizzare a dire la verità. Man mano nella vita ho cercato di realizzarli e con qualcuno ci sto riuscendo bene XD
Mi auguro solo di essere sempre soddisfatta di quello che faccio, di essere serena e felice il più allungo possibile.

Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League?
Beh l'auguro che faccio a membri della League è che possano realizzare i loro sogni piccoli o grandi che siano!

Ringrazio e saluto questa simpatica blogger e con la prssima puntata della Blogger League ci vediamo domani ;)

giovedì 1 ottobre 2015

Slice of life #56

Rubrica a cadenza settimanale nella quale parlerò di ciò che mi è successo durante la settimana attraverso le emozioni provate.

Buona sera, gufetti del Bosco Libroso!
Brr... che freddo che fa in questi giorni! Se il freddo fosse un'emozione, descriverebbe perfettamente questa mia settimana XD Ma veniamo alle emozioni vere.

Commozione: Nello scorso week-end c'era la festa di tutti gli oratori della diocesi di Milano e io nel mio oratorio avevo organizzato una caccia al tesoro nella zona vicino all'oratorio. Poichè però un altro oratorio vicino al mio faceva lo show dei talenti nella stessa serata, alla caccia al tesoro si erano iscritti pochi bambini e temevo di aver sprecato il mio tempo ad organizzare un fiasco. Invece nonostante l'altra festa, i bambini sono venuti e mi sono commossa. Certamente ce ne sarebbero potuti essere di più, ma già essere riusciti a fare le 4 squadre programmate, date le previsioni, è stato un enorme successo ^^.

Soddisfazione: Ho trovato una squadra di pallavolo che mi piace e nella quale posso giocare, nonostante sia passato molto tempo da quando ho giocato in una squadra "seria" (ho sempre continuato a giocare con gli amici o a scuola, ma non più in una società sportiva).

Com'è andata la vostra settimana?

mercoledì 30 settembre 2015

WWW Wednesday #55


Per partecipare basta rispondere a queste domande: 
-Cosa sto leggendo?
-Cosa ho appena finito di leggere?
-Cosa leggerò?


Cosa sto leggendo?
Sto leggendo un libro che appartiene a mia madre e che volevo leggere da una vita: Il corso delle cose di Andrea Camilleri, scrittore che amo , ma del quale ho letto solo tutte le storie di Montalbano.

Cosa ho appena finito di leggere?
Ho finito I dolori del giovane Werther di Goethe, che però non mi ha pienamente soddisfatto (d'altra parte lo stesso Goethe ripudiò quest'opera).

Cosa leggerò?
Poichè ho preso in prestito dalla biblioteca comunale La spettatrice di Paola Capriolo penso che lo leggerò perchè non voglio che scada.

E voi, gufetti piumosi?

giovedì 24 settembre 2015

Slice of life #55

Rubrica a cadenza settimanale nella quale parlerò di ciò che mi è successo durante la settimana attraverso le emozioni provate.

Buon pomeriggio, gufetti del Bosco Libroso!
Ecco le emozioni della settimana :)

Felicità: Sono uscita con due amici coi quali era da prima delle vacanze che non uscivo e sono andata con loro al cinema a vedere Inside Out al cinema e a tutti e tre è piaciuto un sacco (Gioia e Tristezza sono adorabili **). Peccato che non ho potuto restare di più con loro perchè dovevo andare a un diciottesimo.

Imbarazzo:

mercoledì 23 settembre 2015

WWW Wednesday #54


Per partecipare basta rispondere a queste domande: 
-Cosa sto leggendo?
-Cosa ho appena finito di leggere?
-Cosa leggerò?


Cosa sto leggendo?
Nulla, ho finito qualche minuto fa Goethe ;)

Cosa ho appena finito di leggere?
I dolori del giovane Werther e mi è piaciuto, anche se ho preferito Le ultime lettere di Jacopo Ortis.

Cosa leggerò?
Ho voglia di leggere il mio amato Camilleri, devo ancora decidere però se leggere l'ultimo libro di Montalbano che è uscito oppure qualcos'altro che non riguarda Montalbano...

E voi, cari gufetti piumosi?

sabato 19 settembre 2015

Blogger League #9- I miei magici mondi

                                              
Buona sera a tutti i gufetti!
Eccomi con una nuova intervista per la Blogger League. La protagonista di oggi è Susy con il blog I miei magici mondi




Oltre a essere una blogger, chi sei nella vita di tutti i giorni?
Mi piace definirmi una lettrice appassionata, amo leggere praticamente da sempre e non mi stanca mai anzi sembra che non ne abbia mai abbastanza perchè con la lettura la mia mente viaggia sempre tanto.

Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? Quali argomenti tratti?
Ho deciso di aprire quest'angolino per parlare di ciò che mi piace di più: cioè leggere. Mi piace poter esternare a tutti cosa provo quando leggo un libro e mi piace confrontarmi con chi legge come me. Mi piacciono anche i miti, le leggende e le favole e questo è quello di cui tratto: i miei mondi magici.

Perchè le persone dovrebbero diventare i tuoi lettori fissi?
Quando divento lettore fisso di un altro blog dopo ci ritorno sempre per commentare i suoi post, mi piacerebbe che anche a me succedesse la stessa cosa. In questo modo so che chi diventa lettore fisso lo fa perchè gli piace quello che scrivo e trova qualche cosa da dire.

Quali sono i tuoi sogni del cassetto?
Oltre alla lettura, amo tantissimo scrivere e mi piacerebbe un giorno diventare una brava autrice per saper trasmettere quelli che gli autori o le autrici trasmettono a me quando leggo.

Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League?
Partecipare a questo genere di iniziative per far conoscere i blog, è un modo bellissimo che ho scoperto di conoscere nuove blogger appassionate come me di lettura e non abbandonate mai i vostri sogni!

Grazie a questa simpatica blogger e alla prossima!

mercoledì 16 settembre 2015

WWW Wednesday #53


Per partecipare basta rispondere a queste domande: 
-Cosa sto leggendo?
-Cosa ho appena finito di leggere?
-Cosa leggerò?


Cosa sto leggendo?
Ho appena iniziato a leggere I dolori del giovane  Werther di Goethe.



Cosa ho appena finito di leggere?
In questa settimana ho letto tanti libri, gli ultimi due  La grande Eulalia di Paola Capriolo e Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa e mi sono state delle piacevoli scoperte ^^





Cosa leggerò?
Siccome Paola Capriolo mi è piaciuta leggerò  La spettatrice.



E voi, Gufetti con gli occhiali?

martedì 15 settembre 2015

Teaser Tuesday #45


Per partecipare basta seguire queste regole:
-Aprite su una pagina a caso il libro che state leggendo
-Trascrivete un pezzo di quella pagina


"E' capitato a me di vedere un uomo di Lequio che aveva vinto un milione a Montecarlo. S'era fermato al bivio di Manera, tutto vestito di nuovo dal cappello alle scarpe, e teneva la vincita in un pacchetto appeso al dito, un pacchetto come quelli che fanno in Alba per le paste dolci.
-Beppe Fenoglio_La malora

lunedì 14 settembre 2015

Il segreto delle parole #43- Storia


Buon pomeriggio a tutti i gufetti del Bosco Libroso!
Oggi è stato il mio ultimo primo giorno di scuola superiore e, a parte la versione di latino alle prime due ore e il terrorismo psicologico per la maturità, è andato tutto bene.
Ma veniamo alla rubrica: la parola di oggi è... storia!

Con storia intendo la disciplina e anche quindi la storiografia. La parola 'storia' viene coniata da Erodoto, primo storico greco, in greco si pronuncia historia e viene dalla radice indeuropea weid-eoid-wid, che vuol dire vedere. Quindi la storia si basa innanzi tutto sul racconto di ciò che si è visto. Ma la parola historia in greco vuol dire anche ricerca, infati la storia è anche. ricerca delle cause.
L'aspetto più interessante di questa etimologia è che dalla stessa radice deriva la parola tedesca wissen, che significa sapere.

sabato 12 settembre 2015

Blogger League #8- Racconti dal passato

                                              
Buona sera a tutti i gufetti!
Eccomi con un'altra intervista per la Blogger League, questa volta al blog Racconti dal passato :)


Oltre ad essere una blogger, chi sei nella vita di tutti i giorni?
Nella vita di tutti i giorni sono un’adolescente di 35 anni, li compio il 19 settembre, la prossima settimana. Faccio l’impiegata e lavoro in ufficio, ma in realtà non vivo molto con i piedi per terra. La mia è una realtà sospesa, nel presente ci sono pochissimo. Ho una fantasia sfrenata e spesso vivo più nei mondi che creo che in quello che esiste davvero. Il mio sogno è quello di diventare una scrittrice.

Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? 
Diversi anni fa facevo la commessa e tenevo un blog su Splinder, piattaforma che ora non esiste più, aveva un discreto successo, raccontavo tutte le corbellerie che mi dicevano i clienti in negozio. Quando la piattaforma fu dismessa ebbi un calo morale poiché, anche trasferendo il blog, avrei perso tutte le visite, tutti i followers e inoltre non facevo più la commessa, non avrebbe avuto senso continuare su un’altra piattaforma quel blog non scrivendo più articoli su quel tema. Ho lasciato perdere per diverso tempo, alla fine ho aperto questo facendo quello che mi stava più a cuore. Scrivendo.

Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?
Ho deciso di pubblicare un romanzo a puntate perché sarebbe stato un ottimo modo per dare alle persone la possibilità di conoscermi e soprattutto per ottenere dei feedback sul mio modo di scrivere da sconosciuti. Inoltre ho scelto di parlare dell’epoca vittoriana che, dopo il fantasy, è la mia passione più grande. In seguito ho fatto un po’ di minestrone parlando anche di me e molto altro ancora, non voglio che il blog diventi una prigione mono argomento come quello che ho avuto in passato, voglio essere libera di dire quello che voglio e di poter parlare di tutto.

Perché le persone dovrebbero diventare lettori fissi del tuo blog? 
Perché desiderano conoscere qualcuno diverso dal solito, qualcuno che ha solo voglia di regalare emozioni. Io penso che quando si fanno le cose non fingendosi diversi da ciò che si è, tanto per colpire, ma con onestà, dedizione e continuità, solo per il gusto di essere sé stessi, le persone lo capiscano ed entrino in empatia con te, quasi come fossi una nuova amica.

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
Non ho particolari pretese per il blog, spero che lo seguano sempre più persone, mentirei se dicessi il contrario, ma desidero sempre che sia per la gioia di leggermi, non certo per veder salire il numero di followers a caso. I miei sogni sono tutti riposti nella mia saga: “Le cronistorie degli elementi”. Sono davvero felice e stupita dal successo riscontrato dal libro in questi due mesi dalla pubblicazione e spero che sempre più persone abbiano la fiducia di leggerlo e di conoscere i miei personaggi. Vi lascio il link del sito in caso vogliate approfondire: www.laurarocca.it ! Se amate l’urban fantasy con una bella romance, un personaggio maschile magnetico e una protagonista forte e caparbia fa al caso vostro.

Alla prossima settimana!

Wish List- Olga di carta


Buon pomeriggio, cari Gufetti!
Quanto odio le giornate nuvolose, non si capisce se pioverà o no e quindi si sta in costante attesa senza combinare nulla di produttivo. Almeno però ho tempo di leggere :)

Recentemente ho scoperto che Elisabetta Gnone, autrice che ho amato per la saga di Fairy Oak, ha scritto un nuovo libro, che uscirà a novembre e che ho aggiunto subito alla mia WL: Olga di Carta.

Trama:
Tutti sanno che Olga ama raccontare le storie, e quando attacca un nuovo racconto, la gente si mette ad ascoltare: chi è vicino tende l'orecchio, le finestre si schiudono, e voci nei cortili si acquietano. Strano, ma vero, quella ragazzina di appena undici anni è uno dei passatempi più graditi del paese e uno degli argomenti che sosta più spesso e più a lungo sulle labbra degli abitanti della contea di Balicò: Olga e le sue incredibili storie, che lei giura d'aver vissuto personalmente, e in cui può capitare che un tasso sappia parlare, un coniglio faccia il barcaiolo e un orso voglia essere sarto. Un giorno, per consolare un amico, dal carattere fragile, Olga decide di raccontargli la storia della bambina di carta che non voleva essere di carta e così un giorno partì dal suo villaggio per andare a chiedere ad una maga di trasformarla in una bambina normale, di carne e ossa, come tutti gli altri.

A voi interessa, Gufetti? Siete appassionati, come me, di Fairy Oak e lo comprerete per curiosità?

martedì 8 settembre 2015

Booktrack #17

Booktrack è una rubrica a cadenza mensile, ideata dai blog Dreaming Wonderland e Libri per vivere.
 Un blog al mese sceglie una canzone che ama, illustrandone testo o traduzione (quando serve) ed entrambi devono identificare un libro con la determinata canzone spiegandone i motivi.

Buongiorno, Gufetti del Bosco Libroso!
Eccoci qua con a rubrica del 8 del mese, che gestisco con la cara Ika e che il mese scorso era saltata a causa mia, che non avevo il computer in vacanza.
La canzone scelta da Ika è See you again di Wiz Khalifa.


Questa canzone a Ika ricorda...




Ho scelto Gente del Wyoming di Annie Proulx. Forse non è il più adatto, lo so, ma appena l'ho sentita, appena ho dovuto pensare a qualcosa da associarsi, mi è balenata in mente quest'idea. Non so se perchè mi fa pensare ad Heath Ledger e alla sua tragica fine, ma vi spiego la mia scelta. Chi ha letto il libro (ma anche chi ha visto il film) sa che Jack Twist, al termine della storia, muore misteriosamente. La versione ufficiale è che sia morto a causa di un macchinario, ciò che invece, Ennis Del Mar pensa è che sia stato ucciso a causa del suo orientamento sessuale. Alla fine del libro, c'è una parte che mi piace tantissimo, quella delle due camicie, una dentro l'altra, ed è qui che entra in gioco la canzone. Se Ennis avesse espresso i suoi pensieri apertamente, immagino che le parole di questa canzone avrebbero fatto al caso suo. Avrebbe davvero potuto pensarle, sempre che non l'abbia fatto.

Questa canzone a me ricorda...

Le parole della canzone mi hanno ricordato la parte finale de Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupery, quando l'autore spera di rivedere il piccolo principe, anche se sa che è impossibile perché è stato morso dal serpente. Sia il cantante che lo scrittore sono accomunati dal desiderio di rivedere presto l'amico. Ci sono anche delle differenze, infatti lo scrittore e il piccolo principe non viaggiano fisicamente, ma attraverso i racconti dei viaggi del piccolo principe diventano amici e lo scrittore impara. Inoltre quando parla del legame che esisteva tar i due amici, mi ricorda il discorso tra il piccolo principe e la volpe, quando quest'ultima dice che addomesticare "vuol dire creare legami [...] se vuoi un amico addomesticami".
Ciò che più mi commuove è vedere che i "sopravvissuti", pur continuando a vivere la loro quotidianità, ricordano l'amico del quale sentono la mancanza.

Vi lascio al testo e alla traduzione, con le parti sottolineate che mi hanno fatto pensare al Piccolo Principe (accostamento che all'inizio mi sembrava alquanto bizzarro).

Testo:
It’s been a long day without you my friend
And I’ll tell you all about it when I see you again
We’ve come a long way from where we began
Oh I’ll tell you all about it when I see you again
When I see you again
Damn who knew all the planes we flew
Good things we’ve been through
That I’ll be standing right here
Talking to you about another path I
Know we loved to hit the road and laugh
But something told me that it wouldn’t last
Had to switch up look at things different see the bigger picture
Those were the days
hard work forever pays
now I see you in a better place
How could we not talk about family when family’s all that we got?
Everything I went through you were standing there by my side
And now you gonna be with me for the last ride

It’s been a long day without you my friend
And I’ll tell you all about it when I see you again
We’ve come a long way from where we began
Oh I’ll tell you all about it when I see you again
when I see you again

First, you both go out your way
And the vibe is feeling strong and what’s
Small turn to a friendship
a friendship turn into a bond
and that bond will never be broke
and the love will never get lost
And when brotherhood come first then the line
Will never be crossed established it on our own
When that line had to be drawn
and that line is what we reach
so remember me when I’m gone

How could we not talk about family when family’s all that we got?
Everything I went through you were standing there by my side
And now you gonna be with me for the last ride

So let the light guide your way
hold every memory as you go
and every road you take
will always lead you home

It’s been a long day without you my friend
And I’ll tell you all about it when I see you again
We’ve come a long way from where we began
Oh I’ll tell you all about it when I see you again

When I see you again

Traduzione:
E’ stata una lunga giornata senza di te amico mio
E ti racconterò tutto quando ti rivedrò
Ne abbiamo fatta di strada da dove siamo partiti
Oh ti racconterò tutto quando ti rivedrò
Quando ti rivedrò

Accidenti, chi si sarebbe immaginato tutti gli aerei su cui abbiamo volato
Bei momenti che abbiamo vissuto
Che starei proprio qui
A parlarti di un altro percorso
So che ci piacerebbe viaggiare e ridere
Ma qualcosa mi diceva che non sarebbe durato
Abbiamo dovuto cambiare piano, guardare le cose diversamente, vedere il quadro complessivo
Quelli erano i giorni
Il duro lavoro paga sempre
Ora ti vedo in un posto migliore

Come non parlare della famiglia quando la famiglia è tutto ciò che abbiamo?
Tutto quello che ho passato, tu eri al mio fianco
E ora tu sarai con me per l’ultima corsa

E’ stata una lunga giornata senza di te amico mio
E ti racconterò tutto quando ti rivedrò
Ne abbiamo fatta di strada da dove siamo partiti
Oh ti racconterò tutto quando ti rivedrò

Quando ti rivedrò

Primo, entrambi usciremo a modo tuo
E l’atmosfera si sente forte
E ciò che è piccolo si è trasformato in un’amicizia
Un’amicizia si è trasformata in un legame
E questo legame non si romperà mai
L’amore non potrà mai perdersi
E quando la fratellanza arriva prima
Allora non sarà mai superata la linea
Stabilita da noi
Quando quella linea doveva essere disegnata
E quella linea è quello che abbiamo raggiunto
Così, ricordati di me quando sarò andato

Come non parlare della famiglia quando la famiglia è tutto ciò che abbiamo?
Tutto quello che ho passato, tu eri al mio fianco
E ora tu sarai con me per l’ultima corsa

Così lascia che la luce guidi la tua strada, yeah
Conserva ogni ricordo mentre vai
E ogni strada che prendi
Ti porterà sempre a casa

E’ stata una lunga giornata senza di te amico mio
E ti racconterò tutto quando ti rivedrò
Ne abbiamo fatta di strada da dove siamo partiti
Oh ti racconterò tutto quando ti rivedrò
Quando ti rivedrò

QUI trovate il post di Ika, commenate dicendo quale libro avreste associato alla canzone :)
Baci e alla prossima :*

giovedì 3 settembre 2015

Slice of life #54

Rubrica a cadenza settimanale nella quale parlerò di ciò che mi è successo durante la settimana attraverso le emozioni provate.

Buon pomeriggio, gufetti del Bosco Libroso!
Ecco le emozioni di questi primi giorni di settembre :)

Tristezza: Ogni estate partire dalla Calabria, dove mi diverto sempre con i miei amici è un trauma. Si ritorna a Milano, ricomincia la scuola e le uscite che facevo ogni sera si ridurranno a una al sabato, se mi va bene, mentre passerò quasi tutti i pomeriggi chiusa in casa, invece che uscire con gli amici, come ero abituata. Fosse solo per me, mi trasferirei in Calabria, anche se ovviamente alcune dinamiche sarebbero come quelle di Milano.

Brivido: Prima di ritornare a Milano sono andata in un parco avventure con la mia migliore amica. Dopo più di due ore di percorsi sugli alberi eravamo stanche, ma la mia amica mi ha convinto a fare un extra: il percorso nero. In questo percorso, oltre a muoverti con le tue gambe su ponti tibetani et similia (sempre con l'equipaggiamento di protezione)  a chissà quanti metri di altezza, dovevi anche andare in bicicletta e sullo skate su corde e assi a 12 metri di distanza dal suolo. In particolare con la bicicletta ho avuto paura, ma in fondo è divertente sentire quel brivido che corre lungo la schiena prima di lanciarti in qualcosa di un po' spericolato.

Voglia di fare: Dato che quando erano iniziate le vacanze, ma non ero ancora partita, sono stata molto impegnata con gli stage, ho deciso di dare il meglio di me in queste 2 settimane prima che incominci la scuola. vai con cene per la famiglia, feste, lavoretti etc.

Com'è andata la vostra settimana?

mercoledì 2 settembre 2015

WWW Wednesday #52


Per partecipare basta rispondere a queste domande: 
-Cosa sto leggendo?
-Cosa ho appena finito di leggere?
-Cosa leggerò?


Cosa sto leggendo?
Sto finendo di leggere La malora di Beppe Fenoglio e questo è il libro di Fenoglio che ho apprezzato di più ^^

Cosa ho appena finito di leggere?
Ho finalmente ultimato The loneliness of the long-distance runner di Alan Sillitoe. Il libro mi è piaciuto molto, ma ho impiegato tanto tempo a leggerlo perchè erano una serie di racconti, quindi potevo suddividerli nel tempo.

Cosa leggerò?
Leggerò sicuramente Mrs Dalloway di Virginia Woolf, che è il libro più corto tra i due che mi sono rimsti da leggere e quindi posso tranquillamente leggerlo in inglese.

E voi, Gufetti con gli occhiali?

martedì 1 settembre 2015

Teaser Tuesday #44


Per partecipare basta seguire queste regole:
-Aprite su una pagina a caso il libro che state leggendo
-Trascrivete un pezzo di quella pagina


"E' capitato a me di vedere un uomo di Lequio che aveva vinto un milione a Montecarlo. S'era fermato al bivio di Manera, tutto vestito di nuovo dal cappello alle scarpe, e teneva la vincita in un pacchetto appeso al dito, un pacchetto come quelli che fanno in Alba per le paste dolci.
-Beppe Fenoglio_La malora

lunedì 31 agosto 2015

sabato 29 agosto 2015

Wish List-


Buon pomeriggio, cari Gufetti!

Blogger League #7- Gli scrittori della porta accanto

                                              
Buongiorno a tutti i gufetti!
Eccomi con un'altra intervista per la Blogger League, questa volta al blog Gli scrittori della porta accanto che mi piace molto perchè mi permette di conoscere storie avvincenti di autori emergenti :)




Oltre ad essere blogger, chi siete nella vita di tutti i giorni?
Siamo scrittori emergenti. Ma anche imprenditori, liberi professionisti, impiegati, guide turistiche e disoccupati!

Come mai avete deciso di ritagliarvi il vostro angolo virtuale? 
Per farci conoscere come scrittori e, allo stesso tempo, dare una opportunità in più anche ad altri autori emergenti. Il nostro "rifugio" vuole essere una pacca sulla spalla all'autore, per invogliarlo ad avere fiducia in se stesso e a non rinunciare mai alla sua passione e una strizzatina d'occhio al lettore perché si accorga che ci siamo anche noi nel vasto e variegato mondo letterario. 

Parlateci del vostro rifugio, quali sono gli argomenti che trattate? 
Siamo un lit-blog emergente, come noi! Un progetto collettivo in ascesa. Trattiamo, principalmente, argomenti letterari - segnalazioni, recensioni, interviste all'autore, anteprime - ma con un occhio anche per tutto ciò che riguarda il mondo dell'arte: cinema e teatro, sin'ora, ma anche musica e fotografia per il prossimo futuro. Il nostro blog è nato con l'intento di portare i nostri libri in libreria, almeno in modo virtuale. È, infatti, una sorta di vetrina sul web, dato che difficilmente le opere degli scrittori di piccole case editrici arrivano nelle librerie. È un punto d'incontro tra lettori e scrittori.

Perché le persone dovrebbero diventare lettori fissi del vostro blog?
Perché trattiamo diversi argomenti e aggiorniamo continuamente il blog. Chi cerca consigli letterari può trovare suggerimenti di lettura, recensioni e anteprime, promozioni e concorsi. Chi ama leggere articoli sul web, può trovare interessanti editoriali sul mondo dell'arte, del teatro e del cinema d'autore, diari di viaggio in paesi lontani, riflessioni sulle ultime news dal mondo e su casi mediatici interessanti. L'offerta è varia e ce n'è per tutti i gusti!

Quali sono i vostri sogni nel cassetto?
Ci piacerebbe farci conoscere come autori, ovviamente, che i nostri libri arrivassero tra le mani di sempre più lettori, anche grazie al nostro blog. Ma anche diventare un riferimento, non solo per gli scrittori che sempre più numerosi si rivolgono a noi, ma anche e soprattutto per chi è alla ricerca di consigli letterari. Vorremmo veder crescere i nostri follower e l'interazione con loro, grazie ai commenti, e anche ampliare l'offerta con nuove sezioni dedicate alla fotografia d'autore, alla musica e al mondo femminile (coming soon...).
E soprattutto vorremmo migrare verso una piattaforma che ci permetta di gestire tutto questo più facilmente, quindi il nostro blog si trasferirà presto ;-)

Volete fare un augurio speciale agli altri membri della League? 
Banalmente, auguriamo agli altri membri della Blogger League di realizzare le proprie aspettative personali e come blogger, che il loro impegno sia riconosciuto e apprezzato dai follower, siano essi assidui o di passaggio, perchè sappiamo che dietro una pagina aggiornata, con una grafica accattivante e contenuti ben scritti, ci sono un lavoro davvero prezioso e una dedizione totale e appassionata.
Complimenti a tutti, quindi ^_^

venerdì 28 agosto 2015

Pensieri e Parole #43

Image and video hosting by TinyPic
Rubrica a cadenza setimanale nella quale condivido con voi i miei pensieri su una citazione.
Infatti io amo le citazioni, poichè racchiudono te stessa in un particolare momento della tua vita.
Commentate anche voi condividendo le vostre riflessioni!

"Il
-

Cosa ne pensate, Gufetti?

giovedì 27 agosto 2015

Slice of Life #53

Rubrica a cadenza settimanale nella quale parlerò di ciò che mi è successo durante la settimana attraverso le emozioni provate.

Buon pomeriggio, gufetti del Bosco Libroso!
Ecco le emozioni di questo fine agosto...

Malinconia: Le vacanze stanno giungendo al termine per me e, anche se la scuola ricomincia il 14 settembre, non mi va di ritornare a Milano e passare due settimane in attesa dell'inizio. E' vero che è bello essere in vacanza, ma odio queste due settimane perchè, dopo che sono stata al mare, non sono nè carne, nè pesce  Allora quando penso che tutto sta per finire divento malinconica e rischio di non godermi il momento...

Trasgressione: Ieri sono andata per la prima volta sui go kart. Tutti i miei amici, avendo già lapatente, sapevano guidare e sfrecciavano velocissimi, io invece mi sono fatta insegnare e andavo più piano, anche se per me, che ero abituata ad andare piano durante le lezioni di scuola guida, mi sembrava velocissimo e mi sentivo piuttosto trasgressiva, dato che, sebbene il go kart non può andare a più di 60, difficilmente con la scuola guida raggiungevo quella velocità!

Benessere: Sono andata in campeggio con la mia famiglia nella parte più a sud dela Sicilia: Siracusa e dintorni. Non c'è molto da dire, bastava che mi guardassi nello specchio per capire quanto stessi bene... E poi si di ce che il campeggio stressa!

Raccontatemi la vostra settimana, Gufetti ^^

mercoledì 26 agosto 2015

WWW Wednesday #51


Per partecipare basta rispondere a queste domande: 
-Cosa sto leggendo?
-Cosa ho appena finito di leggere?
-Cosa leggerò?


Cosa sto leggendo?
Sto finendo di leggere gli  ultimi racconti di The loneliness of the long-distance runner di Alan Sillitoe.

Cosa ho appena finito di leggere?
Ho appena fatto una "tirata" con le letture e mi sono portata molto avanti, l'ultimo libro che ho finito di leggere è Paesi tuoi di Cesare Pavese.

Cosa leggero?
Per finire i libri obbligatori per scuola mi mancano Mrs Dalloway di Virginia Woolf e The turn of the screw di Henry James. Siccome posso scegliere se leggerli in italiano o in inglese penso che inizierò il libro della Woolf in inglese e se ho tempo di leggere anche quello di James in lingua, buon per me, altrimenti lo leggerò in italiano.


E voi, Gufetti?

martedì 25 agosto 2015

Teaser Tuesday #43


Per partecipare basta seguire queste regole:
-Aprite su una pagina a caso il libro che state leggendo
-Trascrivete un pezzo di quella pagina


"At least old Hitler-face the plain-clothes dick was honester than the governator, becuse he at any rate had had it in for me and I for him, and when my case was coming up in a court a copper knocked at our front door at four o'clock in the morning and got my mother out of bed when she was paralytic tired, reminding her she had to be in court at dead on half past nine.
- Alan Silliote_The loneliness of the long-distance runner